Curriculum
<-- Back

 

Francesca Poto nasce a Salerno nel 1954.
Si diploma in decorazione pittorica presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli nel 1976. Docente di discipline pittoriche presso il Liceo Artistico. La sua attività espositiva inizia già nel 1975, con la partecipazione a una collettiva dedicata ai giovani artisti dell'Accademia, tenutasi alla Galleria L'Incontro di Napoli; l'anno seguente partecipa al III Festival Nazionale d'Arte Grafica, a cura del Centro studi e ricerche "Il Vortice" di Salerno.
Nel 1979 è presente alla mostra collettiva Autori per la Costiera amalfitana, tenutasi a Scala e ad Amalfi, e in seguito allestita alla Galleria Etruria di Salerno. Ritorna all'attività espositiva nel 2004, con la mostra personale Sirenide, allestita con Nuccia Vassallo, presso l'Osservatorio Astronomico di Montecorvino Rovella (Salerno); nel 2006 espone a Napoli, alla rassegna Festa del merlo, presso "Il Laboratorio" di Vittorio Avella e Antonio Sgambati, e partecipa, con altri artisti, alla realizzazione di una cartella d'incisioni dal titolo Racconti incisi, presentata alla "Vetrina del Fare" di Salerno.
Del 2008 è la mostra personale, dal titolo “In canto”, curata da Massimo Bignardi, tenutasi alla PICI Gallery di Seoul (South Corea), per l'organizzazione dell'Istituto Italiano di Cultura, proposta in seguito in altre città sudcoreane, alla MOA Gallery di Heyri e alla Kim's Gallery di Daegu. Nel 2009 partecipa alla mostra “C'arte coperte”, tenutasi all'Hebei Normal University di Shijiazhuang (China), e, nello stesso anno, un suo disegno entra a far parte della Collezione Permanente del Fondo Regionale d'Arte Contemporanea di Baronissi (Salerno).
Del 2010 è la presenza alla mostra “Primavere del bianco”, curata da Vittoria Biasi e allestita presso il MoA - Art Museum of the National University di Seoul (South Corea), e alla prima edizione della rassegna “Scriptorium. Dal libro d'artista al libro oggetto”, tenutasi al Palazzo Vanvitelliano di Mercato San Severino (Salerno).
Del 2011 è la personale “Mnemosyne”, curata da Marco Alfano e tenuta presso la chiesa di S.Apollonia in Salerno. Nel 2014 partecipa alla collettiva “Approdi e naufragi”, curata da Marco Alfano, presso il Palazzo Mezzacapo di Maiori.
Del 2015 è la partecipazione alla collettiva “Carte vesuviane”, della collezione dell’Officina Calcografica di Nola, presso il museo FRAC di Baronissi, dove torna nel 2016 per l’evento “L’incisione tra nuovi materiali e nuove sperimentazioni”, dove presenta il suo lavoro anche nel corso di un’esperienza laboratoriale. Dello stesso anno, infine, è la partecipazione alla collettiva della collezione dell’Officina Calcografica di Nola, presso la sede della Grafica Metelliana in Mercato San Severino.

Bibliografia

Carmine Tavarone, La città delle metamorfosi, testo al catalogo della mostra Francesca Poto - Nuccia Vassallo - Sirenide, Montecorvino Rovella (Salerno), 2004;

Massimo Bignardi, L'incisione e il tempo dello sguardo, testo al catalogo della mostra Francesca Poto - In canto, PICI Gallery-Istituto Italiano di Cultura, Seoul, 2008;

Lucio Izzo, Sirene, testo al catalogo della mostra Francesca Poto - In canto, Seoul, PICI Gallery-Istituto Italiano di Cultura, Seoul, 2008; Yoav Cerralbo, Ancient art forni rediscovered, "The Korea Herald", Seoul, 14 luglio 2008;

Mirella Tammelleo, Tracciati del disegno contemporaneo, in Collezione Permanente/2 - Il disegno, catalogo della mostra, a cura di M. Bignardi, Frac-Baronissi, Baronissi (Salerno), 2009;

Marco Alfano, Scriptorium: una traccia per il libro d'artista, in Scriptorium - Dal libro d'artista al libro oggetto, catalogo della mostra, a cura di M. Alfano, Edizioni Gutenberg, Fisciano (Salerno),

Vittoria Biasi, Nel bianco, in Primavere del bianco, catalogo della mostra, a cura di V. Biasi, MoA - Art Museum of the National University, Seoul, 2010.

Mostre Personali

2004
Sirenide (con Nuccia Vassallo), Montecorvino Rovella (Salerno), Osservatorio Astronomico; testo di Carmine Tavarone

2008
In canto, Seoul (South Korea), PICI Gallery; Heyri (South Korea), MOA Gallery; Daegu (South Korea), Kim's Gallery; organizzata dall'Istituto Italiano di Cultura in Corea del Sud; testo di Massimo Bignardi

2011
Mnemosyne, Salerno, Apollonia Ateliers, Chiesa di S.Apollonia; testo di Marco Alfano e di Mirella Tammelleo.

Collettive
1975
Giovani artisti dell'Accademia di Belle Arti, Napoli, Galleria L'Incontro Collettiva, Caste' San Giorgio (Salerno), Centro Zeta
1976
III Festival Nazionale d'Arte Grafica, Salerno, Centro studi e ricerche "Il Vortice"
1978
Collettiva, Eboli (Salerno), Galleria Centrart
1979
Mostra del Pendio, Corato (Bari), Pendio Brisighella Autori per la Costiera Amalfitana, Cetara (Salerno), luglio 5979; Scala (Salerno), agosto 1979; Salerno, Galleria Etruria
1981
Murales: 85 artisti per Diamante, Diamante (Cosenza); a cura di Raffaele De Grada
2005
Luoghi Cortei Regate, Mercato San Severino (Salerno), Palazzo Vanvitelliano
2006
Festa del merlo - Il merlo e il merletto, Napoli, Galleria 11 Laboratorio Racconti incisi, Salerno, Vetrina del Fare
2007
L'eterno femminino, Salerno, Convento San Michele
2008
Per filo e per segno, Longiano (Forlì-Cesena), Castello Malatestiano
2009
Carte coperte, Shijiazhuang (P.R. China), Hebei Normal University Collezione Permanente
Il disegno, Baronissi (Salerno), Fondo Regionale d'Arte Contemporanea
2010
I libri del merlo, Roma, Studio Arte Fuoricentro.
Primavere del bianco, Seoul (South Korea), MoA - Art Museum of the National University, a cura di Vittoria Biasi.
Scriptorium. Dal libro d'artista al libro oggetto, Mercato San Severino (Salerno), Palazzo Vanvitelliano, a cura di Marco Alfano
2014
Approdi e naufragi, a cura di Marco Alfano, Palazzo Mezzacapo, Maiori.
2015
Carte vesuviane, Il laboratorio – L’officina calcografica di Nola, Incisori tra Napoli e l’Europa, Baronissi, Museo FRAC.
2016
L’incisione tra nuovi materiali e nuove sperimentazioni – Incontro in laboratorio con l’artista, Baronissi, Museo FRAC.
La Collezione - Officina Calcografica di Nola, a cura di Rosa Cuccurullo, Mercato San Severino, Grafica Metelliana.

Francesca Poto on Exibart | Art Diary